decreto competitività

Decreto competitività

Con l’approvazione della legge 116/2014 sono stati stanziati 350 milioni di euro per l’efficientamento energetico di scuole e università pubbliche e si prevede un credito di imposta del 15% per l’acquisto di nuovi macchinari. Si introducono finanziamenti agevolati affinché si attuino interventi per incrementare l’efficienza energetica degli edifici scolastici, con un massimo di 350 milioni di euro in totale.

I fondi saranno elargiti dopo l’esecuzione della diagnosi energetica dell’edificio interessato e dopo aver redatto la certificazione energetica nella quale dovrà emergere che si è effettivamente conseguito un miglioramento dell’efficienza energetica di almeno due classi energetiche in tre anni. Il costo finanziabile dell’intervento per singolo edificio non può superare un milione di euro se riguarda solo gli impianti e 2 milioni di euro se si procede alla riqualificazione di tutto l’edificio.

Per quanto riguarda il costo relativo all’anailisi, l’audit energetico e la diagnosi, l’importo massimo è di 30 mila euro.

I finanziamenti saranno concessi  attraverso il fondo rotativo “Kyoto” con un tasso di interesse dello 0,25%, cioè la metà di quello previsto per i finanziamenti del fondo Kyoto.

decreto competitività

Credits giornalettismo

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *