Come ristrutturare una casa degli anni 60: idee di progetto

Stai per acquistare una casa anni 60 o hai appena ereditato la casa della nonna. Ora ti chiedi, da dove iniziare per la ristrutturazione, quali interventi sono necessari e quali potrebbero essere i costi?

In questo articolo ti racconto il progetto della ristrutturazione di un appartamento anni 60 a Recanati. La casa di Luca e Jo, ereditata dalla nonna.

Lo stato di fatto: appartamento anni 60 a Recanati

Ricordo ancora il primo sopralluogo a casa di Luca e Jo. Entrando mi sono trovata in questo corridoio lungo e stretto e, subito, di fronte la porta del bagno. Orrore!

A destra la sala da pranzo con il classico cucinino che si trova nelle case di una volta. A sinistra il salone, il bagno in fondo e le due grandi camere ai lati, senza una porta o un disimpegno che dividesse l’ingresso dalla zona giorno.

Le stanze sembravano piccole e buie. I vecchi mobili della nonna, in legno scuro e ingombranti, non miglioravano la percezione degli spazi.

La struttura dell’edificio, in muratura portante con un muro di spina proprio al centro dell’appartamento, è stato un vincolo importante per il progetto. Sapevo già che, non potendolo buttare giù, non mi sarei sbizzarrita in pieno con la distribuzione degli spazi.

Impianti e infissi originari dell’epoca di costruzione. Il bagno, rifatto negli anni 90, era comunque ormai desueto, con rivestimenti ormai passati di moda e una scomoda vasca.

In poche parole, tutto da rifare!

È pur vero che, con il mio occhio allenato, sono subito riuscita a cogliere le grandi potenzialità di questa casa. Ora stava a me, metterle in luce e trasformarla nella nuova casa per Luca e Jo.

Guardate che panorama mozzafiato dalla zona pranzo!

Ecco cosa ho progettato per la ristrutturazione di questa casa anni 60:

▶ Rifacimento di tutti gli impianti, idrico-sanitario, elettrico e termico. Abbiamo deciso di non rompere il pavimento e il massetto esistente ma di passare con gli impianti e parete e poi a soffitto, nascondendo gran parte delle tubazioni nel sottotetto.

▶ La pavimentazione è stata posata su quella esistente con sistema flottante. Con i clienti abbiamo scelto un pavimento vinilico, LVT, di ultima generazione. Forte e stabile anche se sottoposto ad elevate temperature, con tappetino acustico preaccoppiato, non teme l’umidità e può essere montato anche in cucina.

Abbiamo scelto il modello Star.K di Skema, listoni effetto legno 180×20 cm, nella finitura Roma.

▶ Sostituzione delle porte interne, delle finestre in PVC di colore bianco, delle tapparelle e dei cassonetti coibentati.

▶ Realizzazione di controsoffitti in cucina, soggiorno e nell’ingresso con duplice funzione: nascondere il passaggio di alcuni impianti e il tubo di cappa e caldaia, oltre che per incassare faretti e strip led dando un tocco glamour e moderno a tutto l’ambiente. 

▶ Tinteggiatura di alcune pareti con colori tenui e pastello e abbinamento di questi colori con quello dei complementi di arredo.

Gli arredi sono stati progettati nel dettaglio e i clienti hanno potuto vedere in anteprima il risultato finale grazie ai render foto realistici.

Abbiamo scelto ogni singolo materiale e colore in cantiere, studiando con il mio aiuto l’abbinamento fra le varie tonalità e texture.

Nel “tour degli arredi”, la sessione che faccio con i clienti nello show room, abbiamo scelto e ordinato i mobili progettati e grazie alla Mobilemme di Osimo abbiamo potuto realizzare il progetto e toccare tutto con mano.

Nel “tour delle luci” da Effetto Luce a Castelfidardo, abbiamo selezionato e scelto tutti i corpi illuminanti sulla base del mio progetto illuminotecnico.

Luca e Jo si sono completamente affidati a noi e al nostro metodo NUOVACASA ZEROSTRESS per ristrutturare la loro casa anni 60. Nulla è stato lasciato al caso. Grazie a un progetto bene dettagliato e al cronoprogramma dei lavori siamo riusciti a rispettare tempi e budget.

Se vuoi saperne di più sul nostro metodo, leggi qui www.homedesign-studio.it/metodo-nuova-casa-zero-stress/

I clienti per queste spese sostenute hanno potuto usufruire del Bonus Ristrutturazione 50% e dell’ Ecobonus 65%. Non solo! Invece di optare per la classica detrazione in 10 anni, li ho aiutati nelle pratiche per la cessione del credito. Con l’importo recuperato dalla cessione sono riusciti a coprire le spese per l’acquisto degli arredi e dell’illuminazione. Seguimi nei prossimi articoli, ti racconterò quanto costa ristrutturare e arredare una casa anni 60.

Non lo trovi fantastico? Se anche tu vuoi ristrutturare casa e vuoi sapere come sfruttare al meglio il Bonus Ristrutturazione 50%, leggi qui https://www.homedesign-studio.it/ristrutturare-casa-come-sfruttare-al-meglio-il-bonus-casa-50-nel-2021/

Per sapere nella pratica come funziona e qual è l’iter per la cessione del credito alla banca, leggi il mio articolo Cessione del credito alla banca. Come funziona con il bonus ristrutturazione 50%.

Cosa dicono Luca e Jo della ristrutturazione con il metodo NUOVACASA ZEROSTRESS

Abbiamo contattato Home Design perché avevamo bisogno di ristrutturare completamente l’appartamento dei nonni. Data la quantità di interventi che dovevamo fare, avevamo bisogno di qualcuno che seguisse per bene i lavori e tutte le pratiche burocratiche. Ci serviva anche una mano per la scelta dello stile e dei materiali per il nuovo appartamento.

Le nostre aspettative sono state soddisfatte. I lavori sono stati completati in tempi veloci e rispettando il budget che ci eravamo prefissati.

Ci siamo trovati bene. Martina è stata sempre gentile e disponibile con noi e velocissima nel risponderci.

Consiglieremo sicuramente di ristrutturare casa con voi!

Vuoi anche tu un professionista che ti segua per la ristrutturazione della casa, con un progetto degli arredi dettagliato e senza lasciare nulla al caso? Contattaci e ristruttura la tua casa con il metodo NUOVACASA ZEROSTRESS!

Contattaci