soggiorno home design

Come ricavare un grande soggiorno per le cene con gli amici

Dopo una settimana di lavoro e vita al cardio palma, Lucia e Andrea adorano invitare la loro comitiva di amici a cena.
Il sabato sera tra birra, pizza e piacevoli chiacchiere riescono finalmente a rilassarsi e si rigenerano.
Il soggiorno del loro appartamento anni ’80 è, come la tradizione vuole per le costruzioni di quegli anni, stretto e piccolo a causa del muro che divide soggiorno e cucina.
Si tendeva a quel tempo a collocare la cucina, detta anche “cucinino”, in una stanza di dimensioni ridotte. Il decalogo della casalinga perfetta voleva che la casa, appunto, fosse sempre in ordine e perfetta.

Quale migliore stratagemma se non chiudere la porta della cucina e nascondere fornelli e lavabo in disordine in caso di ospiti improvvisi?Dalle case al mare della splendida Riviera del Conero di Marcelli, Numana, Sirolo e Porto Recanati, agli appartamenti nei centri storici e nelle periferie di Osimo, Castelfidardo e Loreto, fino alle zone residenziali con abitazioni di recente edificazione di Ancona e dintorni.

Dicono di noi

Ufficiale: proroga delle detrazioni fiscali per tutto il 2016!

Come ogni anno si è fatta attendere fino agli ultimi giorni di Dicembre l’approvazione della legge finanziaria 2015, è stata infatti pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 30/12/2015 ed è in vigore dal primo Gennaio 2016.

Con essa vengono confermate tutte le agevolazioni fiscali e cioè:

  • 65% per gli interventi di riqualificazione energetica entro il limite massimo di spesa che varia a seconda della tipologia dell’intervento eseguito (riscaldamento, finestre, infissi, coibentazioni, pavimenti, pannelli solari per l’acqua calda, climatizzazione invernale, schermature solari). Il bonus è concesso anche per gli interventi relativi alle parti comuni degli edifici condominiali;
  • 50% per le ristrutturazioni, fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare, e per il connesso acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, (per i forni la classe A), fino a 10.000 euro di importo massimo. La detrazione è pari al 65% in caso di interventi relativi all’adozione di misure antisismiche.

Da quest’anno è possibile inoltre, per tutti i soggetti ricadenti nella così detta No Tax Area, cioè pensionati, autonomi e dipendenti, di poter cedere la detrazione fiscale spettante per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali ai fornitori che hanno effettuato i lavori. Le modalità della cessione verranno definite da un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

La vera novità però riguarda l’introduzione di un super bonus mobili per le giovani coppie, unite in matrimonio o conviventi da almeno 3 anni, per arredare la casa acquistata.

Per potervi accedere è necessario che almeno di uno dei due componenti della coppia abbia meno di 35 anni di età. Nel caso in cui si sia in possesso di tutti i requisiti descritti, si può accedere ad una detrazione del 50% delle spese sostenute per l’arredo della propria casa su un massimo di spesa pari a 16.000 €, contro i 10.000 € per tutti gli altri soggetti. Le spese per i mobili possono essere effettuate per tutti il 2016. Un grande vantaggio è quello di poter accedere alla detrazione per l’acquisto di mobili senza dovere effettuare lavori di ristrutturazione, di contro non è possibile applicarla per l’acquisto di elettrodomestici.

Anche il 2016 può essere quindi l’anno giusto per rinnovare la propria casa o semplicemente arredarla!

Lo staff di Green Home Design.

05